Il 23 giugno 2011, la rete USA ha trasmesso per la prima volta il telefilm “Suits”, originariamente chiamato “A Legal Mind”. Aaron Korsh, un ex sceneggiatore di sitcom, ha creato un legal drama che  è presto diventato una delle serie più votate degli Stati Uniti, ma anche uno dei programmi più votati del canale, tanto che la rete lo ha già rinnovato per l’ottava stagione (in onda dal 18 Luglio in America) e ha confermato lo spin-off su uno dei personaggi principali (Jessica Pearson/Gina Torres in Suits:Second City). Aspettando le nuove uscite, ecco le 10 cose che ancora non sapete sulla serie che almeno una volta vi ha fatto desiderare di cambiare carriera e diventare un’avvocato.

#1 LO SHOW È BASATO SULLA VITA DI AARON KORSH

Prima di diventare uno sceneggiatore televisivo e uno showrunner, Aaron Korsh ha lavorato a Wall Street come consulente finanziario, che era la professione originale prevista per i personaggi di Suits. “Ho lavorato per un ragazzo di nome Harvey, ho avuto un buon ricordo e ho avuto un’alleanza con la marijuana”, ha detto Korsh in un’intervista su Collider. Lasciò Wall Street, si trasferì a L.A. e divenne assistente di diversi sceneggiatori. “Ho scritto una sceneggiatura speciale che originariamente doveva essere un breve show basato sulle mie esperienze lavorative a Wall Street, ma mentre lo scrivevo ho iniziato a capire che volevo diventasse un progetto più grande”. Come tutti i professionisti alle prime armi, Korsh si sentiva inesperto, il che ha contribuito solo a sviluppare meglio i personaggi dello show. “Penso sia stato durante il primo giorno sul set, mentre giravamo l’episodio pilota, che dentro di me pensavo ‘Cosa sto facendo qui? Sono un imbroglione’ ; mi sentivo come si sentiva Mike riguardo la frode.”

#2 PATRICK ADAMS PENSA CHE LO SHOW FACCIA SENTIRE BENE GLI SPETTATORI

In un’intervista con Esquire, Adams ha riconosciuto che Suits non è esattamente un punto di svolta per quanto riguarda le serie, “ma è una di quelle serie che le persone amano avere tra gli spettacoli che cambiano la televisione. C’è lo show che cambia il modo in cui penso all’arte, alla vita, a me stesso e alla mia famiglia, e poi c’è Suits, che voglio solo vedere perché amo queste persone e mi fanno sentire bene.” Per lui questa serie è un “guilty pleasure” e ha detto che non è cambiato molto durante le stagioni. “Alla fine facciamo la stessa cosa da sette anni” Ha anche dichiarato che lo show non ha scene di violenza e talvolta mancano emozioni profonde, come quando la nonna di Mike è morta. “Gli alti e i bassi si alternano velocemente, questo è il ritmo di Suits. Alla gente piace sentire che si avvicinano dolore e sofferenza, però poi vogliono sentirsi al sicuro, vogliono sapere che va tutto bene.”

#3 LA VERA FAMIGLIA DI GABRIEL MACHT HA INFLUENZATO MOLTO IL PERSONAGGIO DI HARVEY

Gabriel Macht ha spiegato in un’intervista a The TV Addict che proviene da una famiglia di avvocati: sua sorella è stata assistente procuratore distrettuale nel Bronx; sua zia e sua cugina gestivano uno studio legale. “Sono stato in questo ambiente per tutta la mia vita, quindi ho osservato tante cose lungo la strada”, ha detto. “E mi sento così quando ricevo le sceneggiature ogni settimana, non devo andare su Wikipedia per cercare di capire cosa significano tutti questi termini. Perché tutto quello che devo fare è solo fingere abbastanza bene che io sappia di cosa si sta parlando”.

#4 MEGHAN MARKLE FECE IL PROVINO CON UN VESTITO DI H&M

Meghan Markle ha un gran gusto nel vestire, e la sua mise è sempre più chic da quando è diventata duchessa di Sussex. Ma quando ha fatto l’audizione per il ruolo di Rachel, ha dovuto cambiare il guardaroba all’ultimo minuto. Come riportato da Vanity Fair, si presentò al provino con indosso abiti casual ma si rese conto che per sembrare più convincente doveva avere l’aspetto di un avvocato professionista. “Si è lanciata in un H&M e ha comprato un vestitino nero per $ 35″, era scritto nell’articolo. “Le è stato chiesto di cambiarsi il vestito che aveva con quello nero, che non aveva nemmeno provato. Grazie a Dio le stava bene.”

#5 ORIGINARIAMENTE JESSICA DOVEVA ESSERE ASSASSINATA

Gina Torres, che interpreta Jessica Pearson, disse al New York Times che le ragioni per cui lasciò Suits erano il suo contratto scaduto e alcuni problemi di natura personale. La sua famiglia, incluso l’allora marito Laurence Fishburne (la coppia si separò fine del 2017, dopo quasi 15 anni di matrimonio) – viveva a Los Angeles, ma lo show (ambientato a New York City) fu girato a Toronto. Korsh ha quindi avuto l’idea di far trasferire Jessica a Chicago con il suo fidanzato Jeff Malone (D.B. Woodside) e di farla uccidere da Larry Marsden (Colin Glazer). “Non pensavo si girare la scena, ma solo che i personaggi lo venissero a sapere “, ha detto Korsh all’ Hollywood Reporter. “Avrebbe mandato tutti i personaggi in tilt, e avremmo ripreso lo show facendo un salto temporale di due anni … Pensavo sarebbe stato un colpo di scena per gli spettatori. Si aspettavano che Jessica scegliesse di andarsene, ma non la sua morte.” Tuttavia, la rete era contraria, quindi Gina Torres rimase come personaggio secondario.

#6 IL FRULLATORE PROFESSIONALE VITAMIX DI MEGHAN MARKLE ERA PRATICAMENTE UN ALTRO MEMBRO DEL CAST

Essendo molto attenta alla sua alimentazione, Meghan Markle ha portato il suo frullatore Vitamix a Toronto, cucinando per il cast e la troupe. La famiglia di Patrick Adams vive in Canada, quindi ogni Canada Day, tutto il cast organizzava una festa nella Georgian Bay in Ontario. “Quando stavamo parlando del weekend del Georgian Bay e del Canada Day, io e il mio Vitamix abbiamo praticamente lavorato senza sosta per dare da mangiare a tutti per quel fine settimana”, ha detto Markle a Esquire. “Era come se non potessi spostarmi senza portare con me il mio Vitamix. So che sembra una pubblicità a questo punto. Ma davvero lo uso tutti i giorni per preparare il pesto e i frullati.”

#7 ADAMS VIENE FERMATO DA FAN DI OGNI NAZIONALITA’

Gli spettatori dello show sono tutti fan accaniti, in particolare quelli che hanno amato e vissuto la relazione di Mike e Rachel praticamente come fosse la loro. “Non avrei mai pensato che una storia su sei persone che lavorano in uno studio legale a New York avrebbe catturato l’interesse della gente in tutto il mondo”, ha detto Adams a Vanity Fair. “Un paio di anni fa mi stavo preparando per prendere un volo in Nuova Zelanda e mi sono fermato ad aiutare un ragazzo svedese che si era storto la caviglia. Quando mi ha riconosciuto ha spalancato gli occhi, e ha iniziato a dirmi quanto voleva che Mike e Rachel si dichiarassero il loro amore. “

#8 E QUINDI HA SENSO CHE SUITS ABBIA UNA VERSIONE COREANA

A partire da aprile, la rete KBS 2TV in Corea del Sud ha presentato in anteprima la sua versione di Suits.

#9 KORSH ERA PREPARATO ALL’USCITA DI SCENA DI MEGHAN MARKLE

Meghan Markle si è fidanzata con il principe Harry nel novembre 2017, ma diversi mesi prima, quando Korsh sapeva che la relazione era seria, iniziò a scrivere la sceneggiatura con lei fuori dallo show. “Sapevo da circa un anno che questa relazione stava germogliando”, ha detto Korsh. “Non volevo intromettermi, quindi non volevo chiederle: ‘Ehi, cosa sta succedendo? Che cosa hai intenzione di fare?’ Mentre giravamo la sesta stagione ho capito che la relazione di Meghan procedeva bene, ed ero molto contento per lei anche se significava che avrebbe lasciato lo show. Quindi a malincuore ho iniziato a pianificare la sua uscita di scena.”

#10 PATRICK ADAMS NON VOLEVA CHE MIKE DIVENTASSE UNO DEI TANTI AVVOCATI DI UNA SERIE TV LEGALE

Così come Meghan Markle, anche Patrick Adams ha lasciato lo show al termine della settima stagione. Ha detto in un’intervista all’ Hollywood Reporter che Mike aveva fatto molta strada dall’inizio dello show, tanto da diventare legalmente un avvocato. “Avevo questa voce nella mia testa che mi diceva di aver raccontato la sua storia, che se fossimo andati oltre Mike sarebbe diventato solo un altro dei tanti avvocati delle serie tv“, ha detto Adams. “Non mi sembrava giusto nei suoi confronti.”

©Riproduzione Riservata