5 i film in uscita al cinema da giovedì 19 aprile. Ve li proponiamo e raccontiamo.

Molly’s Game

Basato sulla storia vera di Molly Bloom (Jessica Chastain), una giovane e carismatica speranza olimpica dello sci, costretta ad abbandonare lo sport dopo una grave lesione fisica. Molly, dopo gli studi di legge, ottiene un lavoro estivo che la introduce a una nuova impresa, in cui sono necessarie disciplina e energia simili a quelle per lo sport: scalare il mondo più esclusivo e ad alto budget del poker clandestino. I grossi portafogli delle stelle di Hollywood, dei giganti dello sport e degli affari le regalano una decade di sfarzi, successo e glamour, ma attirano anche le attenzioni sbagliate quando, senza esserne a conoscenza, mette al tavolo da gioco dei membri della mafia russa. La sua scia fortunata si arresta bruscamente quando viene arrestata in piena notte da 17 agenti dell’FBI che imbracciano armi automatiche. Costretta ad affrontare le accuse a suo carico, diventa suo unico alleato il suo avvocato difensore (Idris Elba), riluttante all’inizio, e che invece scopre che c’è molto di più in Molly Bloom di quello che le volgari storie da tabloid rivelano.

Ghost Stories

Il professor Goodman (Martin Freeman) è un docente di psicologia che non crede ai fenomeni soprannaturali. L’arrivo di una misteriosa lettera che contiene informazioni si tre casi mai risolti lo porterà a imbarcarsi in un viaggio alla scoperta di ciò che non può essere spiegato razionalmente.

Escobar Il Fascino del Male

La vita di Pablo Escobar dall’ascesa criminale all’inizio degli anni Ottanta fino alla morte nel 1993, passando per gli anni del narcoterrorismo, della lotta contro la possibile estradizione negli USA e del rapporto con la giornalista Virginia Vallejo che, dopo essere stata a lungo la sua amante, decise di collaborare con la giustizia favorendo la sua cattura. Protagonisti i premi Oscar® Javier Bardem e Penélope Cruz.

Sea Sorrow

Quest’opera segna il debutto alla regia di Vanessa Redgrave con una personalissima e ampia meditazione sull’attuale crisi globale dei rifugiati. Una profonda riflessione sull’importanza dei diritti umani narrata attraverso gli occhi e le voci di attivisti e bambini, mescolando passato e presente, documentario e dramma. Al film danno il loro contributo Emma Thompson che legge scritti di Sylvia Pankhurst e Ralph Fiennes che recita versi de “La Tempesta” di William Shakespeare.

Wajib

Vincitore al Festival Internazionale del cinema di Dubai del Premio Muhr come Miglior Film e del Premio Miglior Attore ex aequo per Mohammed e Saleh Bakri, Wajib, è un road-movie profondo ed emozionante, che esplora la complessità del rapporto padre-figlio nel confronto tra liberà e dovere, modernità e tradizione. Ambientato nella comunità cristiana di Nazareth, In Palestina, il film evidenzia le criticità e le difficoltà nel vivere in una terra martoriata ma “sa sdrammatizzare quando serve, fotografando il fragile equilibrio di una comunità in modo chiaro e non dirompente e percorrendo la via della famiglia e non quella delle rivendicazioni.” Wajib ha ottenuto anche il Premio ISPEC ( Istituto di Storia e Filosofia del Pensiero Contemporaneo) al Festival di Locarno 2017.

© Riproduzione Riservata