Ci siamo, il gioco di casa Bungie è finalmente pronto a farci vedere le sue potenzialità e suoi muscoli. Siamo di nuovo pronti ad immergerci nella lotta fra Cabal, caduti e umani, solcando le stelle con la nostra nuova navicella.

Beta aperta

Da ieri è iniziata ufficialmente la seconda fase del grande ciclo Destiny. La beta è aperta per i possessori di una playstation 4, la curiosità è infinita: avranno risolto i problemi del primo capitolo ? Quelli che, per intenderci, hanno allontanato tanti appassionati delle storie, attirando esclusivamente gli appassionati di gameplay.

L’inizio è promettente, come nel primo capitolo, siamo subito catapultati nel nostro primo scontro a fuoco, questa volta contro i cabal che (finalmente) si sono organizzati in maniera decisa per conquistare la Terra. Capitanati dal loro leader Ghaul hanno infatti messo in piedi la temibile Legione Rossa. Il nostro compito sarà quello di mettergli i bastoni fra le ruote con ogni mezzo possibile, iniziando con l’unica missione finora rivelata “Ritorno a casa”.

Destiny 2
Ghaul

Subito ci viene fornito un personaggio livello 20 con equipaggiamento epico, come sempre possiamo scegliere fra 3 classi: stregone, cacciatore e titano. Ognuna di esse avrà poi a sua volta 2 sottoclassi fra cui scegliere: Lama dell’Alba e Camminatore del Vuoto per lo Stregone, Fulminatore e Pistolero per il cacciatore e infine Sentinella e Assaltatore per il titano.

Un grande componente multiplayer

Il core vero di Destiny è stato sempre quello di incentivare i giocatori al multiplayer e alla coop, già dalle prime impressioni sembra che tutto ciò continui anche in questo nuovo capitolo. La missione “Spirale Invertita” risulta molto appagante e impegnativa. Gli avversari offrono un discreto livello di difficoltà che ci obbligherà ad una coordinazione massima con i nostri compagni per evitare di soccombere sotto i colpi del boss finale.

Destiny 2

La modalità multiplayer ha poi il suo apice nella classica sfida a squadre, ci vengono fornite due modalità: la classica “Controllo”, nella quale bisognerà conquistare delle postazioni, e l’innovativa “Conto alla Rovescia”. Quest’ultima si basa su dei round in cui una squadra dovrà difendere e l’altra attaccare. Lo scopo del gioco per gli attaccanti sarà quello di portare una bomba nella base nemica e riuscire a farla saltare, quello dei difendenti sarà ovviamente di bloccare l’imminente attacco. Ogni round vale 1 e la prima squadra che arriva a 6 vince.

 Prime impressioni

Il gioco si presenta come il seguito perfetto del primo capitolo. La modalità coop è quella che ci ha divertito di più per la possibilità di giocare assieme a degli amici coordinandoci al meglio in piccoli gruppi, inoltre fonde i lati più interessanti sia del multiplayer che della campagna. La componente esplorativa è molto forte e questo ci rassicura molto, chiariamoci: è sempre Destiny, non aspettiamoci di trovare mondi pressoché infiniti al livello di un Far Cry o anche di uno Skyrim, indubitabilmente però è stato di molto ampliato il mondo di gioco.

Destiny 2
La nuova mappa multiplayer Midtown

Il multiplayer competitivo probabilmente rimarrà la modalità dominante del gioco, la speranza però è che la campagna possa fornirci comunque qualcosa di più accattivante rispetto al precedente capitolo. Forse il tasto tecnicamente più dolente è quello relativo alla connessione sui server ma era qualcosa di prevedibile e di sicuro migliorabile in breve tempo.

Il gioco si presenta come il perfetto successore del primo capitolo, migliorando i pregi e provando ad innovare in qualche meccanica ma di base rimane molto simile, confermandosi uno dei migliori sparatutto online sul mercato. La domanda ora è: riuscirà finalmente ad imporsi in maniera definitiva nell’Olimpo videoludico ? Ai posteri l’ardua sentenza.