Ovvero il nostro piccolo omaggio ad una donna che, con la sua gran voce, ci ha smosso e fatto provare emozioni.

Inaspettata 

Certi cantanti hanno la morte nel DNA, quasi fossero condannati ad una morte da Achille, Dolores però sembrava diversa. A 46 anni sembrava destinata ad una carriera nell’Olimpo delle star, una degli intoccabili, forse non Mick Jagger e forse non Chester Bennigton, ma sicuramente una grande voce, in grado di dir sempre la sua.

La nera amica è arrivata però di sorpresa, prendendola a Londra, mentre si stava dedicando alla sua passione: la musica. Niente è servito l’aiuto dei medici e della sua band, l’amico più grande, colei che la portò da Limerick al centro del mondo. 

La paura di grandi testi, poi, non li ha mai colpiti. Con Zombie sono riusciti a parlare per la prima volta delle violenze familiari, in un linguaggio del tutto nuovo e mai visto. Ci mancherai Dolores O’Riordan, ci mancheranno i tuoi testi e la tua voce, tanto unici da far commuovere il mondo intero per la tua morte e allora, “Ode to YOUR family”, Dolores.