Mangia, prega, arma. Il nome Far Cry ormai è diventato sinonimo di divertimento assicurato. Ubisoft in questo capitolo ha dato una piega molto interessante, andando a sfiorare indirettamente uno degli argomenti più discussi del momento negli Stati Uniti: le armi.

Questo FPS open world ha alla base una forte narrazione che ci darà modo di assaporare meglio la storia avendo la possibilità di scegliere come proseguire in modo da influenzare il corso del gioco. Ambientato in Montana a Hope County, ci porta ai nostri giorni, dove dovremo interpretare un vicesceriffo che arriverà per ostacolare e riportare a una vita normale la situazione che il folle Joseph Seed e i suoi scagnozzi hanno compromesso.

I Cultisti saranno l’organizzazione che sta terrorizzando tutta la zona e alla quale noi dovremo dare filo da torcere, ma non senza l’aiuto di alcuni personaggi molto importanti sia per la narrazione che per il game play. Alcuni di questi sono Hurk, un ragazzo locale poco a posto che ha deciso di eliminare tutti i cultisti, Adelaide Drubman, la madre di Hurk, padrona dei cieli grazie ai suoi elicotteri, Grace Armstrong, la ragazza sniper della situazione, Shark Boshaw, il cugino di Hurk amante del fuoco, e ultimo, ma non per importanza, Boomer il nostro amico a quattro zampe che tra le tante cose che sa fare una è quella di raccattare e portare parecchie armi come un bastoncino.

Tutti loro ci potranno aiutare, oppure potremo giocare con un nostro amico in coop dando luogo a sparatorie senza precedenti e utilizzare mezzi di ogni genere.

Oltre alla classica storia possiamo trovare varie modalità di editor per sbizzarrirci nel creare o trovare lavori già fatti dalla community o le modalità PvP con mappe infinite fino a 6 giocatori contro 6… ecco alcune modalità:

  1. Modalità multi giocatore.
  2. Deathmatch: un’esperienza classica, per un massimo di 12 giocatori. Vince chi totalizza il punteggio più alto entro il limite di tempo.
  3. Deathmatch a squadre: due squadre di massimo 6 giocatori si affrontano senza esclusione di colpi. Vince la squadra che totalizza il punteggio più alto entro il limite di tempo.
  4. Modalità in singolo e in coop:
  5. Avamposto: uccidi tutti i nemici in un avamposto. A volte sarà necessario ripulire un avamposto senza farsi scoprire o senza attivare allarmi che facciano arrivare i rinforzi.
  6. Assalto: uccidi tutti i nemici sulla mappa. Potrebbero arrivare nuove ondate di nemici. La mappa è considerata completata quando l’ultimo nemico è stato ucciso.
  7. Taglia: uccidi tutti i bersagli marchiati sulla mappa e raggiungi il punto di estrazione.
  8. Viaggio: raggiungi l’uscita dal punto di partenza. A volte queste mappe si concentrano più sull’esplorazione che sul combattimento.

Per i fan della serie, Far Cry 5 rappresenta tutto quello che ci si aspetta da un titolo di questa portata, Ubisoft, grazie probabilmente all’enorme esperienza maturata in Ghost Reacon Wildlands, ha migliorato un titolo che già era eccezionale.

Resta solo da capire e vedere come il gioco verrà sviluppato dopo il lancio e se manterrà una soglia d’interesse ampia come già ha fatto in precedenza.

© Riproduzione riservata