I concerti della settimana.

G-Eazy

Il rapper e produttore porta in Italia il suo The Beautiful & Damned Tour dopo la pubblicazione dell’ultimo disco “The Beautiful & Damned” lo scorso dicembre. Gerald Earl Gillum è nato il 24 maggio 1989 a Tempe, Arizona da genitori ucraino-americani, Edward Gillum e Suzanne Olmsted. Quando Gillum era in prima elementare, sua madre lasciò il padre mentre Gillum e suo fratello minore (James Wolcott Gillum) vissero per alcuni anni con i nonni a Berkeley, in California. Anche se in seguito si trasferì a North Oakland, dove Gillum continuò a frequentare la scuola a Berkeley. All’età di 12 anni, la madre iniziò a frequentare una donna, Melissa Mills; inizialmente Gillum era confuso e imbarazzato e non capiva il cambiamento dello stile vita di sua madre, tuttavia accetta lo stesso la donna, Mills, come parte della famiglia. Quando nel 2005 Mills perse il lavoro, le fu diagnosticata una depressione maniacale e per questo cominciò ad assumere dei farmaci. Una sera, Gillum trova il corpo senza vita di Mills; la donna era deceduta a causa di un sovradosaggio eccessivo di droga. Gillum racconta la sua esperienza nell’ultimo verso della sua traccia, Everything will be OK, contenuta nel suo secondo album in studio, When It’s Dark Out. Live il 17 maggio al Fabrique di Milano, soddisfate la vostra curiosità.

Tedua

Nato a Milano, cresciuto a Cogoleto (Genova) dall’età di 13 anni inizia farsi conoscere nell’ambiente underground hip-hop milanese e ligure. Durante la sua permanenza in Liguria, fonda “Wild Bandana”, una rap-crew formata da amici con cui condivide la passione per questo genere musicale, tra i componenti c’è anche il rapper IZI. Nel 2016 rilascia altri tre singoli estratti dal mixtape, il primo è “Sbandati” featuring Nader e Rave, il secondo è “Lingerie” con la partecipazione di Sfera Ebbasta & Charlie Charlie Charles, la traccia diventa subito un successo, il video su YouTube ha superato il milione di click. È considerato uno dei pionieri del genere “Rap Drill”. Vieni ad ascoltare Tedua live il 19 maggio all’Orion di Ciampino (RO).

Morgan & Megahertz

Il Bioelectric Tour vede Marco Castoldi, in arte Morgan, salire sul palco con l’amico e collega Megahertz (Daniele Dupuis). L’esibizione sarà un viaggio attraverso alcuni brani dei Bluvertigo, alternati a pezzi che hanno fatto la storia della musica e accompagnato l’evoluzione artistica dei due musicisti. Da David Bowie ai Depeche Mode, dai Duran Duran a grandi nomi del panorama cantautoriale italiano come Bindi, Tenco, Modugno e De Andrè. I due ospiti renderanno omaggio durante una serata che, però, avrà per protagonista indiscussa soprattutto la musica elettronica, quella, per intenderci, che negli anni Novanta ha portato Morgan al grande successo con i Bluvertigo. Fondamentale, in questo senso, la presenza di Megahertz al vocoder, al synth e al suo marchio di fabbrica, il theremin, uno strumento che pochi sono in grado di suonare in Italia e che, grazie alle interferenze delle mani nel campo magnetico che circonda un’antenna, produce un suono simile a quello di una voce di soprano lirico. Live solo il 19 maggio al Bloom di Mezzago (MO).

The Damned

Considerati i veri capostipiti del punk inglese prima di Sex Pistols e Buzzcocks, i Damned tornano in Italia per un concerto imperdibile per gli amanti del genere domenica 20 maggio 2018 al Circolo Magnolia di Segrate (MI). Oltre quarant’anni dopo l’esordio nella nascente scena punk londinese e a dieci anni dalla loro ultima fatica discografica So, Who’s Paranoid? (English Channel Records, 2008), Dave Vanian e soci tornano in pista con un nuovo tour europeo e un attesissimo nuovo album, Evil Spirits, che uscirà il 13 aprile per Search And Destroy/Spinefarm Records. A produrre il nuovo lavoro è Tony Visconti, storico collaboratore di David Bowie, U2, Iggy Pop, Morrissey e moltissimi altri. I Damned hanno scritto pagine importanti nella storia del rock: la loro New Rose (1976) è il primo inno punk made in UK, contenuto a sua volta in quello che è stato il primo album del genere, Damned Damned Damned (1977), che la band portò ben presto in tour negli Stati Uniti in quella che poi si dimostrò essere una nuova British Invasion. In seguito, i Damned sono stati tra i primi a far scivolare il colorato punk delle origini nel più oscuro genere gothic, che avrà poi un peso importante sulla scena musicale musicale inglese a fine anni ’70, e ad influenzare generazioni di band punk, goth e hardcore in tutto il mondo. Una data unica il 20 maggio al Magnolia di Segrate (MI).

The Vamps

I The Vamps sono una band inglese composta da quattro ragazzi: Brad, James, Connor, Tristan. Il quartetto sta letteralmente spopolando dal 2012, anno nel quale tramite Youtube sono riusciti a farsi conoscere in tutto il mondo. Specialmente in Europa. Dopo la pubblicazione dell’album di debutto multiplatino ‘Meet The Vamps’ nel 2014, seguito da ‘Wake Up’ l’anno successivo e il recentissimo chart topper ‘Night & Day – Night Edition’, si preparano alla pubblicazione della ‘Day Edition’ dell’ultimo album, anticipato dall’attuale singolo ‘Personal’ featuring Maggie Lindemann. Live in unica data il 22 maggio all’Alcatraz di Milano.

©Riproduzione Riservata