Da anni non si vedeva qualcosa di simile. Un calciomercato dove una squadra sembra poter prendere chi vuole. Colpi di scena, 2 grandi attori e il fascino orientale di sottofondo. Altri argomenti per convincervi che questo calciomercato è meglio di un film ?

Un inizio acciaccato

Quando vengono presentati Fassone e Mirabelli al Milan tutti storcono il naso. Dopo anni di presidenza Berlusconi ci si aspettava uno della vecchia guardia, un Maldini o un Baresi. Invece arrivano una specie di rospo bianco, senza collo e con un passato interista e un tizio calabrese che sembra tanto un contadino del mio paese. I tifosi sono scettici, iniziano a pensare subito che lo stile Milan sia ormai finito con l’era Berlusca. I cinesi hanno fatto tante promesse, ma anche Galliani ci diceva ogni anno che avremmo vinto la Champions, magari con squadre imbarazzanti.

milan calciomercato

Qualcosa però inizia a cambiare a maggio, improvvisamente arriva la notizia: Kessiè soffiato alla Roma. Erano ormai anni che non eravamo in pista per obiettivi tanto grossi. Kessié è stato la promessa più grande dell’ultima serie A e sembra avere grossi margini di crescita. Nessuno s’illude però, un giovane, con solo una buona stagione alle spalle, non è troppo difficile da convincere. Per carità, il talento dimostrato è indiscusso, ma la strada è ancora lunga, sia per lui che per la squadra.

milan calciomercato

Il secondo colpo è Musacchio, un ottimo difensore, senza infamia e senza lode. Un colpo che serve quasi come cambio di generazione che come cambio passo. Sembra di rivedere Il Milan di qualche anno fa, quando prendavamo Bertolacci e Romagnoli pensando di far colpi pazzeschi.

L’onda si alza piano piano

S’inizia a percepire qualcosa di diverso con l’arrivo di Rodriguez. Il terzino è un ruolo più difficili in cui eccellere e lo svizzero è da anni ormai uno dei più ambiti del reparto. 18 milioni cash e il tasso tecnico inizia a salire. Non basta ancora per convincere i tifosi, ma è chiaro che volontà e disponibilità sono cambiate.

milan calciomercato

Il quarto colpo porta il nome di Andrè Silva, forse l’attaccante più promettente del calcio portoghese. Arriva dal Porto grazie a Jorge Mendes, 40 milioni per una delle più grandi promesse del calcio internazionale. Anche CR7 si lascia sfuggire dei complimenti per il colpo rossonero, proprio durante la sua prima estate turbolenta. Mio fratello è il più felice in famiglia, mi dice subito che vuole prendersi la maglietta del nuovo 9 rossonero. Contando che le magliette nuove vengono un’ottantina di €, si può dire che già un risultato si è raggiunto. L’entusiasmo per noi casciavit si fa ogni giorno più grande.

milan calciomercato

Il quinto acquisto invece è Borini, 6 milioni al Liverpool e Lazio bruciata al fotofinish. L’attaccante romano parte subito sorridente, non so in realtà se per aver evitato la storica rivale o per reale gioia di vestire rossonero. Una cosa però non esclude l’altra e vedere un futuro panchinaro tanto sorridente, non può che far piacere.

I primi problemi

Le prime rogne però non tardano ad arrivare e sembra già che il progetto Milan sia pronto a crollare. Donnarumma non vuole rinnovare e ci sono problemi con Keità e Biglia. Il mancato rinnovo di Gigio è quello che fa più male, la mancanza di fiducia di uno dei membri chiave è qualcosa di davvero pesante. Subito iniziano 2 diverse campagne mediatiche, una che accusa il giovane portiere e una che ne difende la decisione. Il caos è evidente, per di più con continui colpi di scena e retroscena nascosti, è una situazione ingestibile e complicata per tutte e 3 le parti. Gigio ha problemi a concentrarsi sull’Europeo, indeciso fra l’amore per la maglia e la possibilità Real, il Milan ha bisogno di sapere dove guardare e i tifosi a chi legare il cuore.

milan calciomercato

La situazione capitolina intanto non si sblocca, Keità sembra avere già un accordo con la Juve. La situazione manda Lotito su tutte le furie: adesso non ci saranno più sconti per nessuno. A farne le spese è il capitano dell’Argentina, senza il senegalese infatti il prezzo è diverso. Il presidente laziale però non sembra però voler arrendersi all’evidenza ed inizia uno dei bracci di ferro più lunghi del mercato.

La rischiarita prima della tempesta perfetta

Il Milan non sembra però voler rimaner fermo:  in soli 3 giorni prendiamo uno dei migliori piedi di tutta la Germania. C’è la firma di Calhanoglu, la nuova speranza del calcio turco è rossonera. L’entusiasmo riprende a crescere, si vedono i primi risultati dell’immensa campagna acquisti. Se vai in duomo inizi a vedere sempre più turisti con la maglietta rossonera e i Milan point riprendono a riempirsi. Sembra tornato finalmente il sereno, come la prima dopo l’inverno, una calda e profumata rischiarita. Il rinnovo di Gigio poi, cade a fagiolo.

milan calciomercato

L’ossatura si fa sempre più importante e l’arrivo di Conti è un altro segnale di un rinnovo radicale. Siamo passati, in soli 2 mesi, dall’essere una squadra da settimo posto a una reale candidata per l’accesso in Champions. Mi divertivo in quel periodo a parlare con un mio amico. Oltre che scrivere per Soccer ed Entertainment mi capita di arrotondare anche con la distribuzione degli stessi giornali. Naturalmente non c’era niente di più bello che sbattere in faccia ad un’interista l’immensa campagna acquisti del Milan. Il bello è che non potevo ancora immaginarne il prosieguo.

Tuoni, fulmini e saette

La mia famiglia viene quasi tutta da Napoli e la tradizione è quella di riunirci insieme ogni domenica. Con mio nonno trattiamo sempre molti argomenti ma inevitabilmente il calcio è uno dei nostri preferiti. Ricordo perfettamente i nostri dubbi su un unico reparto del Milan: la difesa. Parlando con mio nonno (tifoso del Napoli), troviamo subito il nome ideale ma impossibile: Bonucci. Il numero 19 è stato da sempre uno dei giocatori che mi hanno più affascinato, uno che parla perchè ne ha le palle per farlo. Una roccia, in grado di segnare sempre i gol decisivi, magari anche dubbi, ma che ti fanno vincere un campionato. Purtroppo giocava nella Juve e son sempre stato costretto a tenere da parte questo sogno. Quasi con vergogna.

milan calciomercato

Nella mia testa era uno di quei giocatori che hai solo a Fifa, sbagliavo. Come un orologio il weekend dopo Bonucci è del Milan. Trattativa lampo che ha mandato in palla l’intero tifo bianconero. Il loro futuro capitano, la loro stella, scippato in soli 2 giorni di trattativa e 40 milioni cash. È uno di quei colpi per il quale anche il tifoso più santo vede “crescere il suo entusiasmo”. Tutta Milano impazzisce, adesso c’è una percezione diversa nei cuori di ogni tifoso rossonero. Finalmente si fa largo un’idea: “possiamo vincere”. Il gap che si crea nella mente dei tifosi è incredibile. Siamo passati ad un probabile 4° posto a lottare per le prime 2 posizioni. Con la Juve che finalmente dimostra di essere umana anche lei. Non è ancora stato fatto nulla di concreto, ma è cambiato tutto. Il vecchio e il nuovo Milan non sono nemmeno parenti.

milan calciomercato

Poco dopo arriva anche la firma di Biglia, ciliegina sulla torta di un mercato che, già così, sarebbe perfetto.

Un futuro tutto da scrivere

Arriverà qualcuno e servirà di sicuro a completare il reparto offensivo. Questo il diktat del duo più amato d’Italia, ormai Fassone e Mirabelli sono diventati superstar, il loro nome è sulla bocca di tutti e giornalisti e tifosi fanno a gara per averli dalla loro. Tutta Milano poi, gli porta rispetto. Se prima risultavano essere due signori qualunque, adesso trovano posto in ogni ristorante e i ogni albergo. Non è un caso il viaggio di 2 giorni fa. Ma partiamo con ordine.

milan calciomercato

Poco prima della tourneè cinese sono già in ballo i nomi di diversi attaccanti: Kalinic, Belotti e Aubumeyang. Nessuno di questi onestamente mi stuzzica più di tanto, la cifra per il Gallo è eccessiva e gli altri sono stelle ma non come Bonucci. La speranza è che arrivi qualcuno da 30 gol a stagione e che sia davvero decisivo. visti poi i problemi per i giocatori di Borussia e Torino, il viola sembra il più probabile. Accade però qualcosa. Quando il mitico duo va in Cina chiede altri soldi, vogliono prendere una stella assoluta.

milan calciomercato

Inizia a girare il nome di Renato Sanchez, la stella giusta ma nel reparto sbagliato, la gioia comunque si trasuda da ogni poro. Con una campagna come questa, il lusitano potrebbe essere comunque la ciliegina sulla torta. I rumors però non si fermano qui: è imminente un nuovo incontro con Jorge Mendes. La fantasia prende il sopravvento:che i ritardi nel chiudere Kalinic siano dovuti ad un super colpo ? D’altronde sia Falcao sia Diego Costa sono assistiti del portoghese e come immagine avrebbero di sicuro una marcia in più rispetto al serbo. Il 26 sera però arriva un’indiscrezione che ha dell’incredibile.

Fra sogni e realtà

Sembra che Fassone e Mirabelli abbiano chiesto il costo di Cr7. La notizia la riporta Sky, partono annunciando che era una battuta. La cosa divertente però sono proprio le facce dei giornalisti. Sono indecisi se si sia trattato di una semplice battuta o di qualcosa di reale. Ormai non sanno più a cosa credere, tanto da riportare anche questa battutina. D’altronde in Francia e Spagna si sta assistendo all’incedibile: il Real offre 180 milioni per Mbappè e il Psg vuole pagare la clausola di Neymar, 222 milioni.

milan calciomercato

Ronaldo, d’altronde aveva già espresso il suo malcontento nei confronti del fisco spagnolo, che la crisi fra lui e il Real non sia finita ? Immaginarsi CR7 con la maglia rossonera è difficile, persino per il più accanito tifoso rossonero, la campagna acquisti permette di sognare. Per la prima volta dai tempi di Ibra e Robinho il calciomercato è tornato un film, pieno di colpi di scena e finali imprevisti.

Non so cosa ci aspetta il futuro, certo che vedere il portoghese indossare la maglia rossonera avrebbe dell’incredibile. Cose da film, cose da romanzo, d’altronde il nostro motto lo conoscete bene. Non penso che ci sia frase migliore di “staremo a vedere”, sognando e immaginando il prosieguo della storia, in quest’estate tanto arida e piena di problemi.