di Thomas Carollo

COME OGNI ANNO I PLAYER DI OGNI ETÀ SI SONO GODUTI LA MILANO GAMES WEEK

Tante le novità del settore di cui si discute da tempo. Console, anzituttto. Si parla di Atari, che ha deciso di commercializzare una console dopo ben vent’anni, per dare la possibilità di giocare ai vecchi titoli – e non solo, probabilmente – rendendo felici molti nostalgici. Se ne è accennato domenica alla GWM 2017, alla proiezione in anteprima italiana di Easy to Learn, Hard to Master. The Fate of Atari, il documentario diretto da Davide E. Agosta e Tomaso Walliser (edito in home video da CG Entertainment) che ripercorre la storia della videogame-house. Quindi la XBOX X, data la presenza dell’immancabile stand Microsoft con tutte le sue novità. La nuova console scenderà in campo per dare filo da torcere alla rivale Ps4 Pro. In casa Nintendo, ecco le novità per la sempre più venduta Switch e la “nuova” SNES Mini, che promette agli appassionati di giocare a 21 dei più bei giochi del SNES degli anni ‘90, qui riprodotta in versione mini e venduta in “limited edition” – le prenotazioni sono andate totalmente a ruba. Ed è fresca la notizia della riedizione del Commodore 64.

Non si è persa ovviamente la possibilità di giocare in anteprima ai vari titoli in uscita: Crackdown3, God of war, Fifa 18, Pes 2018, Forza Motorsport e tanti altri: si son fatte delle code infinite, ma una volta posizionati di fronte allo schermo ogni secondo è stato ben speso. E poi c’è Mario… Di cui diremo meglio nel giornale. Un elemento interessante è stata la “PG Arena”, uno spazio dedicato a tornei, un’ arena in stile NBA con maxi schermi per assistere alle migliori competizioni che la Esport può offrire: Call of duty premier circuit, Overwatch premier circuit, Intesa San Paolo E- football cup, Red Bull Factions League of Legends e Tekkend world tour. La zona ha 800 posti disponibili per ogni match. Inoltre, ci molte state altre occasioni: come la MGW Guru, dove Tim Schafer (Presidente e CEO di Double Fine Productions, studio di sviluppo di videogiochi con sede a San Francisco) è stato presente per parlare di sviluppo; quindi la MGW Art, dove si sono esposte opere in stile videoludico e assistere a dei workshop dedicati al 3D, ed ancora la MGW Retro, uno spazio dedicato al retrogaming al cui interno si è potuto rivivere il passato: presenti i titoli che hanno fatto la storia dei videogiochi dalle origini ai giorni nostri. MGW Tech è invece stata un’area dedicata al meglio della tecnologia, con tre spazi dedicati ad altrettanti temi: la realtà virtuale, la robotica e il dronodromo, per un divertimento con droni di ogni genere. MGW Junior è invece stato totalmente pensato per i più piccoli, con allestimenti e postazioni di gioco a misura di bambino. I visitatori più piccini si sono divertiti provando videogiochi adatti a loro con attività ricreative, realtà virtuale, app e workshop ideali per il divertimento di tutta la famiglia. Con MGW Cosplay non poteva mancare il tema dedicato ai cosplay, con relativo contest per nominare il migliore di questa edizione. W la Games Week!