21 anni fa usciva “Ok Computer“, il 3° album dei Radiohead e uno dei più grandi successi di sempre nella storia della musica. Ripercorriamo insieme i passaggi che hanno portato a produrre questo gioiello della musica Alternative Rock.

Una difficile produzione

Nel 1995 i Radiohead iniziano un tour per promuovere The Bends, il loro 2° album. A metà tour però Brian Eno chiede alla band di partecipare alla compilation benefica The Help organizzata da War Child. La band compone allora Lucky che però non ebbe subito il successo sperato, ciò però non scoraggerà la band, anzi. Nel 1996, una volta finito il tour per The Bends, il gruppo sceglie di prendersi una vacanza nella quale pensano intensamente al loro prossimo disco. Dopo essere stati a lungo tentati di fare un “The Bends 2“, il gruppo opta per rivoluzionarsi ancora una volta. È allora che parte il progetto che si trasformerà poi in Ok Computer. Il progetto ottiene allora anche il beneplacito della loro etichetta discografica che gli fornirà anche 100.000£ per autoprodursi l’album.

radioheadA settembre del 1996 la band si mette finalmente all’opera e partorisce subito No Surprises che diventerà anche uno dei loro più grandi successi di sempre venendo poi riprodotta da moltissimi artisti di versi fra cui la nostra Irene Grandi. Il gruppo però fa fatica ad ingranare la marcia e così utilizzano come studio di registrazione la casa dell’attrice Jane Seymour. L’avere utilizzato una vera casa si rivelerà poi preziosissimo ai fini delle sonorità dell’album; Let Down, ad esempio, è stata registrata alle 3 del mattino in una sala da ballo.

radiohead
L’attrice Jane Seymour

A fine ottobre viene completato Ok Computer che si rivelerà, poi, uno dei più grandi successi della band piazzandosi al 162° posto nella lista dei 500 migliori album di sempre per Rolling Stones. Nel 2015 l’album è stato anche incluso nel National Recording Registry dalla Biblioteca del Congresso Usa in quanto è stato definito “culturalmente, storicamente o esteticamente significativo”. L’album ha anche conquistato un Grammy per Best Alternative Rock Performing.

radiohead
I Radiohead

Curiosità dietro i brani

  • Exit Music (For a Film): il titolo rende perfettamente ragione all’uso per cui era stato pensato. Nel 1996 i Radiohead intraprendono un tour facendo da apertura ad Alanis Morisette, nel mentre incontrano Baz Luhrmann che stava lavorando a Romeo+Giulietta e gli chiede un pezzo. Il gruppo accetta e scrive Exit Music (For a Film), quest’ultimo brano sarà poi presente durante i titoli di coda del film m,a non nella sua colonna sonora per precisa richiesta del gruppo.

  • Paranoid Android: il titolo fa rifermento a Marvin, l’androide paranoico vero e proprio cardine della serie “Guida Galattica per gli Autostoppisti” di Douglas Adams. È stata inserita al 256° posto nella lista delle 500 migliori di sempre di Rolling Stones ed è considerata come una delle migliori canzoni in assoluto del gruppo.

  • Karma Police: il titolo deriva dallo scherzo molto in voga all’interno della band che consisteva nel minacciare una segnalazione alla “polizia del Karma” se qualcuno avesse sbagliato qualcosa.

©Riproduzione Riservata