L’abbiamo seguita su Instagram, su Youtube e abbiamo fatto diverse ricerche online per saperne di più sull’influencer londinese Olivia Frost, alla quale non siamo riusciti a dare un ruolo preciso per via delle differenti forme di comunicazione che le piace esplorare e che la portano a non possedere un’etichetta. Le sue foto super solari, colorate e decisamente cool hanno attirato la nostra attenzione e la sua normalità, espressa anche nei video in cui racconta la sua quotidianità, ci ha fatto venir voglia di conoscerla meglio.

Olivia, quanti anni hai?

Ho 23 anni.

A quale età hai iniziato a fare la youtuber?

La faccio da circa 10 mesi.

Quando hai aperto i tuoi canali?

Ho creato il mio marchio Oliviabynature e il mio profilo Instagram nel 2016. Il mio canale Youtube l’ho invece aperto nel 2017.

Perché hai deciso di aprire un tuo marchio?

Perché ho una passione naturale per la curiosità e sono abbagliata dalla moda, dai colori e da tutto ciò che riguarda la creatività. Sono fondamentalmente una persona molto creativa e ho costantemente idee nuove su combinazioni moda, tavolozze di colori ed eccitanti avventure. Il mio canale è nato molto naturalmente, perché già mi occupavo di tutte queste cose durante il mio tempo libero, quindi stato spontaneo il condividere il mio modo di fare arte con tutte le persone che hanno scelto di seguirmi.

Blogger o youtuber, come preferisci definirti?

Non penso che io possa inserirmi in una sola categoria, immagino che fondamentalmente io sia un blogger, ma su più mezzi, quali i video, i testi e le immagini. Mi piace esplorare tutte le forme di comunicazione al fine di definire un mio modo di esprimermi.

Che formazione hai?

Ho studiato geografia in una delle migliori università del Regno Unito.

Perché hai deciso di studiare geografia?

Amo viaggiare ed esplorare/scoprire nuove culture e diverse prospettive sulla vita.

Oltre alla youtuber fai qualcos’altro? Hai qualche altro impiego?

Mi sono appena laureata all’Università e al momento mi diverto ad essere una Instagram blogger e youtuber a tempo pieno.

Quando i tuoi social sono passati dall’essere un hobby a essere un lavoro?

Su Instagram quando i miei follower hanno raggiunto i 70K circa, da quel momento l’ho percepito più come un lavoro.

Perché, secondo te, hai iniziato ad avere tanto seguito sui social?

Credo perché sono rimasta fedele a me stessa. Ho il mio stile e la mia personalità. Amo i colori e gli abiti stravaganti da quando avevo circa 3 anni e non ho mai cambiato ciò che mi piace nonostante la popolarità del mio blog. Non ho avuto paura di essere chi sono. Le tentazioni di molti è seguire questo percorso in base alla normalità che socialmente viene percepita, non la propria. Io invece sono una forte sostenitrice del fatto che il successo può avvenire solo se sei fedele a te stesso, a ciò che ami e a cosa ti rende felice.

Come definisci il tuo stile?

Amo indossare i colori ed essere un po’ caotica in un mondo di minimalismo e di bianco e nero, ma non penso che si possa definire davvero lo stile, scelgo di non seguire nessuna categoria o tendenza, io sono me e questo è tutto quello che so essere.

Oltre alla moda e ai viaggi di cosa ti occupi?

Il fashion blogging e il travel blogging sono al momento il mio principale lavoro. Oltre a scrivere sul mio blog però sto iniziando a spaziare con la mente sul come curare il mio marchio in futuro.

Qual è stata la collaborazione che ti è piaciuta di più?

Le mie collaborazioni preferite sono sempre legate alla moda, quelle che mi danno libero sfogo e che mi permettono di essere più creativa possibile. Adoro anche le collaborazioni che mi permettono di viaggiare e conoscere nuove realtà.

Quali sono le tecniche per farsi notare sui social?

Funziona solo se resti fedele a TE. Ancora una volta penso che tutto questo si riduce a onesti con chi ti guarda.

Tu cosa consiglieresti?

L’unicità.

Chi ti scatta le foto?

Il mio migliore amico con cui vivo, cosa che mi permette di pubblicare contenuti in tempo reale, il che permette ai miei follower di seguire la mia vita e a me di instaurare con loro un legame personale.

Perché i video non li posti poi su Instagram? Vuoi mantenere separate le due cose?

Lo faccio attraverso le stories. Mi funzionano più lì che non postati.

Come definiresti il tuo profilo Instagram?

Semplicemente una finestra sulla mia vita. Una percezione di me stessa.

C’è un messaggio in particolare che vuoi mandare con i tuoi post oppure no?

Sì. Non cercare di essere qualcun altro. Non è necessario copiare nessuno stile o nessuna vita. Sii bravo ad essere te. Non c’è niente di sbagliato nell’essere diversi ed è proprio questo ciò che rende interessante. Il mondo sarebbe noioso se tutti fossero uguali.

Dove vorresti aspirare con il tuo lavoro?

Mi piacerebbe in primis lavorare sul mio marchio e poi viaggiare di più perché ci sono ancora troppe culture eccitanti là fuori che devo conoscere.

Pensi ci sia ancora spazio nel mercato per chi decide di intraprendere la tua carriera?

Ovviamente e ci sarà sempre. Molte persone possono discutere o credere che sia saturo, ma non è vero. Può essere saturato da tutte quelle figure che oggi si immedesimano nelle classiche blogger che scelgono di indossare dei vestiti invece di esprimersi, ma se offri al mercato la tua personale visione del mondo e la tua angolazione allora ci sarà sempre spazio per la nuova creatività.

Instagram: oliviabynature

Youtube: oliviabynature

© Riproduzione riservata