Come si sono evoluti i nostri supereroi preferiti nel corso degli anni? Le prime e le ultime apparizioni sullo schermo degli attori che ci hanno emozionato e che non ci stancano mai. Gli Avengers? Cliccate su questo link e gustatevi il nostro primo articolo a riguardo!

Superman

Iniziamo subito con il “primo supereroe”. Il leggendario Clark Kent nel corso della sua lunghissima carriera cinematografica è stato interpretato da molti, solo 2 attori però sono riusciti a diventare tutt’uno con Kryptioniano al punto da essere ricordati come suoi veri alter-ego: Christopher Reeve ed Henry Cavill.

super
A sinistra Christopher Reeve, a destra Henry Cavill

I due sono gli unici ad aver interpretato Clark Kent in almeno 3 occasioni con Reeve che ha il primato con ben 4 film. Osservandoli si può anche notare di come sia cambiata la percezione e il gusto dagli anni 80 ad oggi. Infatti, anche se entrambi hanno la faccia da bravo ragazzo, Cavill ha un’espressione e un fisico decisamente più incazzoso. I muscoli sono ben visibili ovunque e la tutta praticamente nera da quasi un’idea di qualcuno pronto a darle. Reeve invece appare davvero come il ragazzo che ogni padre vorrebbe per la propria figlia: sobrio, quasi timido ma forte e onesto. Un’evoluzione decisamente dark.

Batman

Altro supereroe che ha visto il suo volto trasformarsi a riprese è Bruce Wayne. Il difensore di Gotham ha avuto ben 6 diverse facce nel corso della sua lunga carriera di ben 11 film. Si inizia negli anni 60 con Adam West ma è nel corso degli anni 90 che la leggenda dell’uomo pipistrello torna prepotentemente in auge. Sono gli anni di Tim Burton e Joel Schumacher che rivoluzioneranno, nel bene e nel male, l’immaginario legato a Gotham. Se la versione di Tim Burton rimane una delle più apprezzate, ciò non si può dire per quella di Schumacher che viene puntualmente ricordata come una delle peggiori di sempre. Serviva un nuovo volto per Bruce Wayne ed ecco allora Christian Bale e Christopher Nolan.

super
A sinistra Bale, a destra Affleck

L’attore gallese è infatti riuscito a far sue tutte le principali caratteristiche del Batman fumettistico riuscendo anche a dargli qualcosa di più, costumi ed effetti speciali hanno comunque fatto la loro porca figura. Nota decisamente dolente Affleck, l’ultima versione di Wayne. L’attore infatti, in lento declino da diversi anni, di fianco a Bale risulta addirittura fuori luogo. Basta vedere la foto per capirlo, in questo paragone il Batman di Affleck sembra una controfigura poco curata e con qualche kilo in più. Un cambio poco azzeccato.

Hulk

Decisamente meno popolare, in termini di volti, Bruce Banner e il suo alter-ego verde. Hulk ha avuto infatti solo 3 volti, tutti recenti. Iniziamo con Eric Bana nel 2003 e concludiamo con Mark Ruffalo che dal 2012 ha preso il camice di Bruce senza volerlo più lasciare. Nel mezzo abbiamo avuto Edward Norton, grandissimo rimpianto della Marvel. Suo infatti uno dei Bruce Banner più convincenti di sempre, fermato solo dalla paura di diventare “troppo icona”.

super
a destra Edward Norton, a sinistra Mark Ruffalo

Sembra infatti che Norton abbia rifiutato i successivi contratti proprio per non legare in maniera fissa la sua figura a quella del noto gigante verde. Decisione discussa ma comprensibile, la Disney però non si è fatta trovare impreparata prendendo un’attore meno celebre ma senza dubbio efficace. Un buon cambio in corsa. 

Spider-man

Il supereroe più newyorkese ha fatto solo di recente la sua apparizione sui grandi schermi. Il primo ad interpretarlo fu infatti Tobey Maguire nel 2002 in uno dei grandi inizi del Marvel Cinematic Universe. L’attore si sposava perfettamente con il personaggio di Peter Parker: timido, mezzo sfigato e con una faccia che si confondeva fra la folla. Questo era lo Spider-man che tutti più abbiamo amato, probabilmente anche quello più vicino alla sua controparte cartacea. Dopo la trilogia curata da Sam Raimi l’Uomo Ragno ha avuto come interpreti Andrew Garfield prima e Tom Holland poi. Garfield, reso celebre al grande pubblico dopo il successo di “The Social Network”, non riuscì però a ripetersi appieno nei panni del supereroe. Decisamente troppo fighetto e ampiamente in contrasto con il suo spirito originale.

super
a destra Tobey Maguire, a sinistra Tom Holland

Forzata la decisione di cambiare con il giovanissimo Tom Holland. In questo caso decisione più che azzeccata, la Disney inoltre, così facendo, ha anche legato a se e al suo brand un attore che, fra qualche anno, sarà conosciuto quasi solo per il ruolo di Peter Parker. Come ultimo punto a favore c’è la somiglianza fisica, davvero evidente fra i 2, cosa che non fa altro che confermare la bontà del lavoro di Maguire. Un felice ritorno alle origini.

Deadpool

Ma come, è cambiato già l’attore? La risposta è no, ma è anche vero che questa settimana torna al cinema e ci sembrava un peccato non approfittarne, non era così che avrebbe fatto Wade? Peraltro abbiamo una sorpresa per voi: Deadpool è stato effettivamente interpretato da 2 attori diversi. Il personaggio fa infatti una brevissima comparsa in X-Men le origini-Wolverine ed è interpretato da Scott Adkins. Il personaggio nel film è solo abbozzato ma noi di Entertainment vogliamo sempre essere i più completi ed era impossibile non citarlo. Fra 2 giorni al cinema.

super
Deadpool contro Wolverine

©Riproduzione Riservata