RIECCOCI! Siamo tornati online e durante questo ponte abbiamo avuto anche occasione di analizzare dei games che ci hanno colpito particolarmente. Ve li raccontiamo e vi spieghiamo il perché.

Al primo posto: il più discusso

Kingdom Come Deliverance si è posizionato a gran voce tra i games più discussi della settimana. Il gioco, un’avventura super realistica nel medioevo tedesco, ha decisamente attirato l’attenzione. Il canale Qdss in particolare, con i suoi video da cacciatori di bug hanno aperto addirittura un dibattito. Il gioco appena rilasciato ha infatti al proprio interno moltissimi bug tali, secondo alcuni, da comprometterne addirittura la giocabilità, ma nonostante questo il gioco è riuscito in brevissimo tempo a farsi conoscere e a far discutere di sé. Chissà se con i nuovi aggiornamenti avremo finalmente una critica compatta.

Secondo: la nuova uscita

Finalmente fa il suo ritorno una delle saghe videoludiche più amate di sempre. Questa volta il nostro Kratos dovrà cavarsela nel lontano Jotunheim, la nordica terra dei giganti. Un rebot maestoso della saga che si è aggiudicata valutazioni altissime da chiunque ci abbia messo le mani sopra. Che dire, questa non può che essere la settimana di God Of War!

Terzo: il ritorno dal passato

Spore, game che permette al giocatore di vivere l’intero ciclo evolutivo di una specie, dallo stato di cellula fino a quello di Impero Galattico, uscito nel lontano 2008 per i pc nonché gioco che rivoluzionò per sempre l’intero mondo del videogame dando per la prima volta al giocatore l’impressione di poter creare qualcosa di nuovo, è ufficialmente un ritorno al passato più che apprezzato. La mente dietro il suo sviluppo, oltretutto, era, non a caso, Will Wright, già creatore di The Sims e Simcity. Il gioco è invecchiato benissimo rimanendo, anche a 10 anni di distanza, uno dei migliori prodotti di casa Maxis assieme all’ultimo The Sims 4.

© Riproduzione Riservata