Dopo un’attesa più lunga del previsto e mille piccoli problemi il film è finalmente arrivato. La “spedizione italiana” ha dato i suoi frutti e oggi siamo qui a parlare del miglior fan-film di sempre.

Piccola postilla iniziale: la recensione ovviamente conterrà SPOILER se non avete ancora visto il film vi invitiamo prima a vedere il film qui sopra

Una scelta originale

Partiamo dalla struttura del film: per la prima volta, tolto Animali Fantastici, abbiamo una visione di ciò che succede fuori dal Regno Unito. La nostra protagonista, Grisha McLaggen, si ritroverà infatti in terra russa a tentar di recuperare il diario di Tom Riddle (quello della Camera dei Segreti per intenderci). La giovane maga verrà poi però catturata e costretta a raccontare al generale russo il motivo che la conduce tanto lontano.

film voldemort

La scelta di ambientare quasi tutta la storia fuori dai luoghi “convenzionali” si rivela una delle scelte più azzeccate dell’intero film. Molto interessante infatti la possibilità di vedere una nuova realtà tanto diversa e plausibile, inoltre si tratta anche di una scelta azzeccata dal punto di vista pratico. Per un film con appena 15’000 $ di budget sarebbe infatti stato troppo costoso ambientare il tutto ad Hogwarts o in terra inglese, molto meglio girarlo in mura amiche, adattando la fotografia alla situazione prescelta.

Attori di altissimo livello

Altro tratto che colpisce molto è la bravura degli attori, tutti estremamente credibili ed in grado di dare il proprio contributo anche in un film di meno di un’ora. Il mio preferito in particolare è stato Stefano Rossi, l’attore che interpreta Tom Riddle. Il cambiamento negli occhi mentre sta per uccidere Hepzibah Smith è qualcosa di altissimo livello e che segna una svolta definitiva nella storia.

film voldemort

Il club degli eredi

Il film infatti ci presenta un Tom Riddle inizialmente solo ma con delle piccole eccezioni. Il giovane Serpeverde ha infatti appena formato un club esclusivo solo per i discendenti dei fondatori di Hogwarts. Qui incontriamo il terzetto di “buoni” che ci accompagnerà per tutta la storia: Grisha McLaggen, Lazarus Smith e Wiglaf Sigurdsson. La missione di questo gruppo è estremamente semplice ma allo stesso tempo decisamente complicata: ritrovare i manufatti appartenenti ai loro antenati e dargli il lustro che meritano. L’ultimo anno però è quello dei conflitti, solo Grisha infatti continua a fidarsi, forse per amore, dell’erede di Serpeverde, sempre più scontroso e affamato di potere.

film voldemort
Tom Orvoloson Riddle, Lazarus Smith, Wiglaf Sigurdsson e Grisha McLaggen

L’omicidio di Hepzibah Smith

Sempre più dubbioso riguardo alla fedeltà di Tom ai principi del suo stesso club, Lazarus, una volta trovata la leggendaria coppa di Tassorosso, decide di nasconderla a casa della zia Hepzibah, un errore che si rivelerà però fatale. Il futuro Lord Voldemort infatti, una volta ucciso il giovane Tassorosso, andrà a far visita alla zia uccidendola appena trovato il suo tesoro e segnando per sempre il proprio destino.

film voldemort

La scena infatti è stata costruita per essere una porta senza ritorno, la reale nascita di Lord Voldemort e il suo cammino verso le arti oscure.

Un finale a sorpresa ed inquietante

Alla fine del racconto il generale russo consegna di persona il diario alla giovane Grifondoro, non sa però cosa gli aspetta. Con una rapida trasfigurazione, Grisha McLaggen si rivela in realtà essere lo stesso Lord Voldemort, giunto fino in Russia per recuperare il suo diario. Dopo un breve scontro ci viene spiegato che la ragazza era già stata uccisa dal Signore Oscuro e le sue ossa utilizzate per una pozione di trasfigurazione da Tom Riddle in persona.

Un grande prodotto

Il film si conferma come una delle sorprese del giovane 2018, nessuno però poteva aspettarsi tanto. Il film appare infatti compatto e funzionante, con poche sbavature ed un ottimo utilizzo delle risorse. Non ci sono sprechi e non ci sono incredibili effetti speciali, si tratta semplicemente un film a tema Harry Potter ben girato e con ottime intuizioni. Un lavoro che nessuno si sarebbe mai aspettato e con che, con appena 15’000 $ è riuscito a far vergognare case di produzione miliardarie. Nessuno si aspetta un nuovo film dalla Tryangle film, lo vorremmo però tanto, magari con un budget più alto, per vedere un prodotto ancora migliore di questo, già incredibile.

film voldemort