di Laura Frigerio

Dopo il successo a Venezia 76 e nelle sale come film-evento, “Chiara Ferragni – Unposted” è arrivato su Amazon Prime Video. Ecco cosa c’è da sapere sul documentario di Elisa Amoruso dedicato alla nota influencer

Chiara Ferragni, la prima influencer italiana a diventare una celebrità in tutto il mondo, è un personaggio di cui non si può fare a meno di parlare (nel bene, come nel male – dato che ogni tanto gli haters fanno capolino).
Non c’è quindi da stupirsi se la regista Elisa Amoruso ha deciso di raccontarla, senza filtri, con un documentario il cui titolo è tutto un programma: “Chiara Ferragni – Unposted”.
Il film è stato presentato in anteprima mondiale alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia, catalizzando l’attenzione, poi è arrivato nelle sale per qualche giorno come film evento riscontrando un grande successo. Però chi se lo fosse perso potrà ora recuperarlo in streaming su Amazon Prime Video.

L’IDEA DEL FILM

Il documentario “Chiara Ferragni – Unposted” (presentato nella sezione “Sconfini”) ci porta dietro le quinte della vita della influencer italiana più famosa al mondo, per capire chi è veramente (al di là dei suoi post) ma anche come si può diventare come lei. Non dimentichiamo, infatti, che Chiara Ferragni è per molte ragazze non solo un’icona di stile, ma anche un modello professionale. Da qui parte una riflessione su nuove figure come quella dell’impreditrice digitale, nata grazie a un ruolo sempre più pregnante dei social nella società attuale.

Come si evolve una società basata sempre di più sui like di Facebook, che comunica le notizie più importanti tramite i post di Twitter, in cui chiunque può aprire un blog, parlare con tutto il mondo mondo e costruirsi una fama da solo? Che ruolo hanno i mass media, nell’epoca della rivoluzione culturale dei social? Queste sono domande a cui cerca di dare una risposta il film di Elisa Amoruso, che indaga temi caldi con una forma narrativa contemporanea, dai molteplici linguaggi, in cui le interviste dirette si mescolano a scene che raccontano momenti significativi della vita di Chiara, a materiali di repertorio presi direttamente dalla società virtuale, il favoloso mondo di Instagram, di cui lei è la regina indiscussa. Ad arricchire il tutto interviste a giornalisti, scrittori, sociologi e docenti di Harvard (che nel 2015 hanno trasformato l’influencer in un loro soggetto di studio).

CHIARA FERRAGNI, TRA CARRIERA E VITA PRIVATA

Chiara Ferragni è nata a Cremona 32 anni fa. La sua famiglia è composta dal padre Marco (dentista), la madre Marina (scrittrice) e dalle due sorelle minori Francesca e Valentina. Dopo il liceo classico, si è iscritta alla Facoltà di Giurisprudenza all’Università Bocconi di Milano, senza però terminare gli studi.

Da sempre appassionata di moda, ha creato nel 2009 il blog The Blond Salad e in poco tempo i suoi suggerimenti di stile sono diventati virali, tanto che nel 2010 già firma la sua prima linea di scarpe. La sua fama cresce in tutto il mondo e nel 2015 è la prima fashion blogger ad apparire su una copertina di Vogue (Spagna).

Essendo anche una bella ragazza, Chiara non ci mette molto a conquistare i vari brand: così nel 2016 diventa global ambassador di Pantene e testimonial di Amazon moda (a cui poi fanno seguito Swarovski e Pomellato che la vogliono nelle loro campagne accanto a delle celebri top-model). Nello stesso anno la Mattel crea una Barbie a sua immagine e somiglianza.
Nel 2017 la prestigiosa rivista Forbes la elegge influencer di moda più importante al mondo e viene premiata a Roma come Top Digital Leader e nella categoria Web Star italiane donne, nell’ambito della prima ricerca sulla leadership digitale in Italia. Riconoscimenti che sottolineano il valore del suo lavoro, dimostrando che oltre al bel visino c’è molto di più.

Poi il 2018 è stato per Chiara Ferragni un anno denso di avvenimenti: da un lato la nascita del figlio Leone e il matrimonio con il rapper Fedez (eventi da lei condivisi ovviamete sui social), dall’altro la decisione di condurre in prima persona entrambe le società che ha fondato (la Tbs Crew e Chiara Ferragni Collection) diventando Ceo di entrambe. Da qui l’aumento sempre più rapido e incessante di follower (che ora hanno superato i 17 milioni)
E con una vita così frenetica non poteva scegliere hashtag migliore di #Chiaraneverstop.

CHI È ELISA AMORUSO
Elisa Amoruso è una regista romana, diplomata in Sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia. Ha infatti debuttato come sceneggiatrice con il film “Good Morning Aman” di Claudio Noce (2009). Ha poi firmato altri titoli come “Passione sinistra” di Marco Ponti (2013). La sua prima volta dietro la macchina da presa risale invece al 2010 con il cortometraggio “Solo un gioco”, a cui hanno fatto seguito i documentari “Fuoristrada” (2013) e “Strane straniere” (2016).