Si chiama Il talento del calabrone, il nuovo film di Giacomo Cimini, disponibile in tutti i cinema a partire dal 5 marzo.

Il talento del calabrone è un film di genere thriller, ambientato a Milano, nel 2020.

Per i milanesi non è difficile riconoscersi nelle vie e nei palazzi ripresi nella pellicola. Sarebbe quasi piacevole, se non fosse per l’ambientazione un po’ inquietante e ricca di adrenalina.

Nel film viene raccontata la storia di Steph, un giovane radiofonico al culmine del successo. Il ragazzo è popolare sui social media e fuori.

L’atteggiamento da bello e tenebroso, da cattivo ragazzo con il cuore tenero, e lo stile sempre alla moda lo rendono sempre più amato.

In più, è appunto un radiofonico. Per questa ragione, ha ancora più fama. Tutte le sere, infatti, Steph conduce il programma Beat Time!, che va on air sulle radio più ascoltate d’Italia.

Durante la messa in onda, fra una hit del momento e l’altra, il giovane radiofonico riceve sempre delle chiamate dai suoi fan più accaniti.

Tuttavia, una sera, Steph riceve una chiamata inaspettata.

Questa chiamata lo paralizza. All’altro capo del telefono, infatti, l’individuo che sta parlando non è il solito fan, ma un uomo che dice a chiare lettere di volersi togliere la vita, facendosi esplodere nel bel mezzo della città.

In un primo momento, il ragazzo cerca di gestire la situazione come meglio può, e tenta quasi di riagganciare. Epica è la sua frase “ma ricorda che ognuno è responsabile per se stesso“.

Ad un certo punto, tuttavia, l’uomo in procinto di uccidersi coglie l’attenzione di Steph e minaccia di farsi esplodere, se il dj non lo intratterrà in diretta.

E così comincia il gioco. Steph inizia a cambiare musica.

Dalle canzoni commerciali, si passa alle sinfonie di Bach. E il solito palinsesto subisce una deviazione.

Steph dovrà rispondere a quesiti assurdi, folli, risolvere enigmi e prendere parte a un’adrenalinica caccia al tesoro per tutta la città.

Il rischio del fallimento? Non solo la sua vita, ma quella di tutti i cittadini.

L’ascoltatore folle si fa chiamare Il Calabrone. Ed è proprio il Calabrone che sfida Steph in duelli mentali sempre più assurdi, sullo sfondo dell’elegante Milano.

In sottofondo, nel frattempo, una task-force di Carabinieri si mette a cercare l’uomo misterioso, dietro il telefono.

La squadra è guidata dal Tenente Colonnello Rosa Amedei, la quale scoprirà presto che il piano del Calabrone è molto più intricato del previsto.

Infatti, il Calabrone non è un uomo di intelletto medio, ma si rivelerà un individuo dotato di un’intelligenza superiore.

Un individuo che, tramite buona musica e poesia, riesce a tenere in pugno Milano, soltanto con la forza delle sue parole.

Il nuovo film di Cimini è veloce, misterioso e seducente.

Fra un pop corn e l’altro, non si può che restare con il fiato sospeso e aspettare la prossima mossa di uno dei due protagonisti.

Il cast è composto da diversi attori come il celebre Sergio Castellitto, Lorenzo Richelmy, Anna Foglietta, David Coco, Gianluca Gobbi, Guglielmo Favilla, Gabriele Greggio, Cristina Marino, Bianca Friscelli, Marina Occhionero, Viola Sartoretto, Massimo Triggiani, Viviana Colais e Alessio Di Domenicantonio.

Per vedere una pellicola diversa, in una parola top, non perdete Il talento del Calabrone, in uscita dal 5 marzo.

Il Calabrone riuscirà a volare via oppure rimarrà preda del suo stesso ronzio?

Gloria Mora