di Eugenia Neri

Il Festival di Sanremo 2020, che è giunto alla sua 70esima edizione, non smette di interessare un folto pubblico trasversale, ed anche di suscitare polemiche che finiscono puntualmente su tutti i giornali nazionali, dando modo ai lettori di farsi una propria opinione personale ben precisa e di avere un argomento coinvolgente di cui parlare in casa e fuori.

Del Festival di Sanremo interessa tutto: dalla scelta del conduttore, passando per quella delle partners televisive che lo accompagneranno sul palco del Teatro Ariston, fino, naturalmente, alla selezione dei cantanti in gara, che siano Big o Nuove Proposte, i quali destano sempre opinioni favorevoli o contrarie che scaldano gli animi degli italiani.

Ora andiamo a vedere cosa succede e cosa si prevede succederà nell’edizione 2020, che si svolgerà dal 4 all’8 febbraio nella Città dei Fiori. Cominciamo dai cantanti in gara in ordine alfabetico:

Achille Lauro
Anastasio
Giordana Angi

Bugo e Morgan
Diodato
Elodie
Enrico Nigiotti
Francesco Gabbani
Irene Grandi
Raphael Gualazzi

Paolo Jannacci

Junior Cally
Elettra Lamborghini

Le Vibrazioni
Levante
Marco Masini
Rita Pavone
Piero Pelù
Pinguini Tattici Nucleari
Rancore
Riki
Tosca
Alberto Urso
Michele Zarrillo

Ecco finalmente l’elenco svelato da Amadeus in persona al quotidiano La Repubblica.

Come si può leggere, quello dei Big è un mix di nomi storici uniti a nomi più nuovi e talvolta inusuali per il palco dell’Ariston. Per quanto riguarda le Nuove Proposte, in gara ci saranno:

Eugenio in Via di Gioia, Fadi, Fasma, Matteo Faustini, Leo Gassmann, Tecla Insolia, Gabriella Martinelli e Lula, Marco Sentieri.

Gli artisti in gara sono stati scelti da Amadeus che riferisce avere ascoltato più di duecento cantanti e che la sua decisione è sta presa pensando al mercato discografico.

Sicuramente sarà un Festival divertente ed inconsueto come lo vuole Amadeus.

Dispiace per la grande esclusa di quest’anno: si tratta di Gerardina Trovato, che nonostante le ventiquattro canzoni presentate non è stata scelta. Ma non solo la Trovato è stata esclusa, vi sono altri nomi interessanti, come quelli di di Marcella Bella e Paolo Vallesi.

È evidente che, anche nella musica come nella vita, vi sono sempre nuove sfide e che non sempre se ne esce vincitori.

Gli ospiti invece saranno molti e diversi: confermato Tiziano Ferro per tutte e cinque le serate. Parteciperanno l’attore Pierfrancesco Favino, oltre a Kim Rossi Stuart, Emma e Claudio Santamaria. Anche gli ospiti internazionali come Lewis Capaldi, Mika e Dua Lipa calcheranno il palco dell’Ariston. Presenti anche Roberto Benigni, Mara Venier, Christian De Sica insieme a Diego Abatantuono e Gabriele Muccino.

Affrontiamo però un tema ancora più “caldo”, cioè la presenza come ospite a fianco di Amadeus di Rula Jebreal, confermata solo il 7 gennaio scorso. La giornalista Italo-Israeliana sarà ospite sul palco dell’Ariston e interverrà con un suo pensiero contro la violenza sulle donne. La sua presenza ha creato delle polemiche iniziali, ma la decisione ultima dei vertici RAI è stata per il sì.

Rula Jebreal è stata proposta da Amadeus stesso.

Anche la partecipazione di Rita Pavone annunciata insieme a Tosca solo in un secondo momento, non è passata inosservata: la cantante è stata attaccata per alcune sue frasi, da non tutti condivise perché ritenute polemiche e fuori luogo.

E dopo le recenti affermazioni di Amadeus in conferenza stampa sulle sue “donne” del Festival di Sanremo, in particolare su Francesca Sofia Novello, attuale compagna di Valentino Rossi, che hanno suscitato scalpore e polemiche poichè considerate sessiste (anche i social si sono scatenati con l’hashtag #boycottSanremo), siamo ancora più curiosi di quello che succederà sul palco dell’Ariston.

Sicuramente ci ricorderemo di questo imminente Festival, non solo per gli outfit delle ospiti.