In occasione della 76esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, Infinity propone una selezione di film che hanno brillato nelle precedenti edizioni

La 76esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia si è rivelata piuttosto ricca di star (sia italiane che internazionali) e di film, divisi nelle varie sezioni, che ci hanno proiettato in altre dimensioni e a raccontarci storie appassionanti. È questa la magia del cinema, che al festival si esprime all’ennesima potenza. Però per chi non è stato al Lido in questi giorni c’è comunque la possibilità di assaporarne il mood, grazie a Infinity che per celebrare la Mostra del Cinema ha deciso di proporre una preziosa selezione di titoli che hanno caratterizzato le passate edizioni. Pronti a scoprire quali?

 

Animali notturni

Animali notturni

Secondo lungometraggio firmato da Tom Ford (conosciuto principalmente come stilista), è stato presentato in anteprima alla 73esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dove si è aggiudicato il Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria.
Tratto dal romanzo Tony & Susan di Austin Wright, è una storia dai tratti dark, che parla di amore e vendetta, con uno stile unico e raffinato.

Nel cast, tra gli altri, Jake Gyllenhaal e Amy Adams.

Philomena

Philomena

Diretto da Stephen Frears, è stato presentato in concorso alla 70esima Mostra del Cinema di Venezia, dove ha vinto numerosi premi tra cui il Premio per la Migliore sceneggiatura. Ispirato a un romanzo di Martin Sixsmith, racconta la vera storia di Philomena Lee, una donna irlandese che dopo aver partorito in convento si vide strappare il figlio Anthony. Cinquant’anni dopo si mise alla sua ricerca, sapendo solo che fu dato in adozione a una famiglia americana. Nei suoi panni troviamo l’attrice Judi Dench.

Baarìa

Baari

Scritto e diretto dal regista italiano Giuseppe Tornatore, è stato presentato alla 66esima Mostra del Cinema di Venezia.
Ambientato nel comune palermitano di Bagheria (Baarìa in siciliano), racconta la storia di una famiglia per tre generazioni, dagli anni’30 agli anni’80.

Il film ha lanciato gli attori italiani Francesco Scianna e Margareth Madè.

Carnage

Carnage

È il maestro Roman Polanski (che tra l’altro quest’anno torna in concorso a Venezia con J’accuse) a dirigere questo film basato sulla pièce teatrale Il dio del massacro di Yasmina Reza. Presentato in concorso alla 68esima Mostra del Cinema di Venezia, è incentrato su due coppie di genitori che provano a risolvere un problema insorto tra i rispettivi figli, ma il confronto iniziato con le migliori intenzioni si trasforma ben presto in una lite furiosa.

Nel cast attori del calibro di Jodie Foster, Kate Winslet, Christoph Waltz e John C. Reilly. migliori intenzioni si trasforma ben presto in una lite furiosa.

Ovosodo

Ovosodo

Andiamo ancora di più indietro nel tempo, fino alla 54esima Mostra del Cinema, quando è stato presentato il terzo film di Paolo Virzì (quest’anno in giuria) che ha vinto il Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria, segnando poi una generazione. Usando il registro della commedia, il regista ci catapulta nella vita di Piero, chiamato da tutti Ovosodo come l’omonimo quartiere popolare di Livorno in cui è nato, che insegue la speranza di trovare una strada nella vita e il desiderio di emancipazione da un contesto sociale disagiato. Nel cast Edoardo Gabbriellini, Claudia Pandolfi, Nicoletta Braschi, Marco Cocci, Paolo Ruffini e Regina Orioli.

Laura Frigerio