Nata a Parigi dall’unione tra un regista teatrale e un’attrice polacca, Juliette Binoche coltiva sin da piccola una grande passione per il teatro ed il cinema. All’età di 15 anni inizia a studiare in una scuola specializzata superiore d’arte finchè, successivamente, all’età di 18 anni , ottiene una piccola parte nel film indipendente Liberty Belle. Da sempre caratterizzata da un grande senso di responsabilità, cerca nel contempo di costruirsi una carriera lavorando come commessa e come modella, iniziando quindi a recitare in piccoli spettacoli.

RENDEZ-VOUS di André Téchiné si configura come il film che segna l’inizio della sua incredibile carriera cinematografica, grazie al ruolo di una giovane aspirante attrice venuta a Parigi  in cerca di fortuna. Con la sua interpretazione in ROSSO SANGUE di Léos Carax e con L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL’ESSERE (1988) di Philip Kaufman, la Binoche inizia ad essere riconosciuta anche internazionalmente.
Nel corso della carriera ha avuto l’opportunità di recitare in oltre 60 lungometraggi, collaborando con registi del calibro di Chantal Akerman, Olivier Assayas, John Boorman, Rupert Sanders, Isabel Coixet, David Cronenberg, Claire Denis, Bruno Dumont, Abel Ferrara, Amos Gitaï, Michael Haneke e altri ancora.
E‘ con grande piacere quindi , che la European Film Academy le conferisce il premio Contributo Europeo al Cinema Mondiale per il suo straordinario impegno e dedizione al mondo cinematografico.