Quale mistero si nasconde dietro la scomparsa della piccola Angela, svanita nel nulla da un piccolo borgo abruzzese nel 1954? E’ quanto si prefigge di scoprire Roberta, giovane bibliotecaria in fuga da un passato ancora troppo doloroso, che si ritrova a fare i conti con un paese accogliente ma omertoso, dove i segreti devono restare tali e dove non c’è spazio per la diversità.

Tra i vicoli di un borgo fermo nel tempo, tra le rovine di un antico convento e attraverso pagine di libri sottolineate da una mano misteriosa, Roberta, consapevole di assecondare il disegno di un personaggio nell’ombra ma obbedendo al proprio innato senso di giustizia, si immergerà  in una storia fatta di relazioni proibite e di crimini perpetrati da personaggi insospettabili, le cui vittime non hanno ancora avuto giustizia. Un’impresa rischiosa e quasi disperata per Roberta, che nel frattempo dovrà fronteggiare anche il ritorno del suo persecutore.

 

 

Autore: Marina Di Domenico

Genere: Romanzo

Pagine: 154

Casa editrice: Elliot Edizioni