Il primo più grande e più completo evento dedicato al distillato di ginepro torna, più atteso più che mai, per la sua settima edizione. Profetico fu, in questo senso, Marco Cremonesi sul Corriere nel 2017: “Torna theGINday, l’evento che creò la mania”.

Che le giornate di theGINday abbiano contribuito a diffondere la moda del Gin in Italia è ormai un fatto consolidato. Non poteva, del resto, essere diversamente: sin dagli esordi, a Villa Necchi a Milano nel 2013, durante  questo  evento le etichette portate in degustazione sono passate dalle 40 della prima edizione alle 300 dell’ultima e il pubblico di appassionati, intenditori e professionisti si è triplicato.

Da sottolineare anche il fatto che il 2019 coincida con il decimo anno di vita di Bartender.it.

Correva l’anno 2009 quando i soci fondatori del progetto (Luca Pirola, Dario Comini, Agostino Perrone e Dom Costa) rivoluzionarono il commercio nel settore beverage italiano creando la piattaforma ed associando a questo l’ideazione di eventi come theGINday.

Appuntamento quindi per tutti domenica 8 (h 14 – h 21) e lunedì 9 settembre (h 11 – h 20) in via Giacomo Watt 15 negli spazi della Megawatt Court nel quartiere Barona.

I biglietti sono acquistabili in prevendita sul sito www.theginday.it. Compresi nel prezzo assaggi gratuiti, un nutrito programma di ospiti internazionali, workshop, seminari e attività che nel mondo del bartending e della mixology ruotano attorno al Gin.

Il match di tennis tra il Gin & Tonic e il Martini Cocktail quest’anno sarà il protagonista assoluto dell’evento: due mondi che si sfideranno sul campo a colpi di barspoon, un match tra due visioni differenti del beverage.

La prima, modaiola e giovanile, del G&T consumato nei bar in unione al concept più “storico” della bevanda al chinino dell’India coloniale. La seconda, più matura ed elegante, del Martini Cocktail, che rimanda a James Bond e Winston Churchill.

Uno scontro-incontro che avverrà su un vero campo da tennis, con tanto di tappeto verde in stile Wimbledon, due postazioni destinate ai bartender e un’infinità di palline marchiate theGINday, dove la parte divertente è schierarsi per l’una o l’altra fazione.

Il match poi si trasferisce dalla verde erbetta ai due bar dell’evento: il Gin&Tonic BAR, allestito come un chiringuito estivo da spiaggia, con tanto di sedie sdraio, e il Martini Cocktail LOUNGE, elegante e raffinato, con poltrone e divanetti color verde oliva.

Una staffetta di bartender ospiti si schiereranno per l’uno o l’alto bar, proponendo al pubblico le loro creazioni.

Un terzo bar verrà dedicato alla Negroni EXPERIENCE, dove l’aperitivo che nel 2019 ha compiuto i cent’anni viene presentato dal punto di vista del Gin: 100 Gin diversi per 100 Negroni diversi.

TheGINday, 8-9 settembre, Milano

Tra gli ospiti, Erik Lorincz, dall’American Bar del Savoy Hotel, che presenta per la prima volta in Italia il suo Kwãnt, bar aperto lo scorso 20 maggio all’interno di MOMO, iconico locale di MayFair. “Non un a classico gin joint, ma la mia visione del bar doveva avere un elemento di lusso, in qualche modo un certo stile britannico, ma con un twist tropicale”.

Saranno presenti anche Dario Comini, proprietario del Nottingham Forest (tra i bar più quotati nel mondo e dal 2007 tra i “50 Best bar in the world”), bartender da tre generazioni, mixologist pluripremiato e pioniere della miscelazione molecolare.

Agostino “Ago” Perrone, alla guida del Connaught Bar di Londra, leggenda della bar industry internazionale. Luca Cinalli, altro grande nome italiano a Londra, capitale della miscelazione mondiale, esempio del talento made in Italy che esporta la nostra cultura del bere nella capitale inglese.

Fulvio Piccinino, già autore del volume sul Gin Italiano, in cui ha raccontato la storia del distillato italiano dal MedioEvo ai giorni nostri.

Lunghissima la lista degli ospiti, che si divideranno tra palco, cattedra e bancone.  Oltre ai sopracitati, ci saranno Giorgio Bargiani, Max La Rocca, Bruno Vanzan, Carlo Cinalli, Dom Costa, Carlo Cracco, Mauro Mahjoub, , Dennis Zoppi, Fabio La Pietra, Filippo Sisti, Giorgio Fadda, Valeria Mosca, Yuri Gelmini, Roberto Pellegrini e Desmond Payne.

Non poteva mancare un fornitissimo SHOP dove comprare le bottiglie assaggiate in degustazione, libri specializzati per cominciare a costruirsi una cultura in materia e anche l’attrezzatura professionale da barman da poter utilizzare a casa con gli amici.

Anche in questa edizione, torna la #GINcocktailweek, circuito di cocktail bar “fuori evento” dove poter prolungare l’esperienza vissuta negli spazi di via Watt.

Infine, per gli amanti dell’espresso, presente anche Coffee Mixology, il progetto di Bartender.it in collaborazione con Francesco Sanapo, “barista” esperto di caffè. Nel bar-caffetteria, il caffè verrà declinato con esempi di miscelazione e abbinamenti, a partire dal celeberrimo Gin Espresso Martini.

Un evento davvero imperdibile a cui noi non vediamo l’ora di partecipare!

 

Alessandra Zevola, Ida Papandrea