L’attesissimo arrivo al Locus Festival di Locorotondo di Ms Lauryn Hill si arricchisce di un altro straordinario ospite: il concerto della regina della soul music moderna in programma per il 7 agosto sarà infatti aperto da Mahmood.

Chi è Ms Lauryn Hill

Icona assoluta della black music mondiale, Ms Lauryn Hill esordisce con il gruppo hip hop soul The Fugees, che ottiene un successo internazionale con l’album “The Score”.

Dopo lo scioglimento del gruppo debutta come solista con l’album “The Miseducation of Lauryn Hill”, interamente prodotto, scritto e arrangiato dalla cantante.

L’album viene osannato da pubblico e critica: sbanca le classifiche mondiali arrivando a contare oltre diciotto milioni di copie vendute ed è acclamato dalla critica come uno dei migliori album di sempre, per i suoi testi impegnati e per la sua struttura originale, oltre che per le già note capacità vocali e di rapper della Hill.

La cantante decide quindi di ritirarsi dalla scena musicale, dichiarando di non amare l’ambiente dello show business e vi fa ritorno solo nel 2010 con varie performance negli USA.

Nel 2013 Ms. Hill torna sulle scene con il nuovo singolo Neurotic Society” e l’anno successivo presta la sua voce nel film “Concerning Violence” (un documentario sulla decolonizzazione dell’Africa negli anni ’60 e ’70, che tocca i temi del razzismo e della libertà sociale).

Nel 2015 realizza un’acclamata versione di Feeling Good, più quelle di altri cinque brani, per il documentario “What Happened, Miss Simone?” dedicato alla cantante e attivista Nina Simone.

Nel 2018 parte il tour mondiale della Hill in occasione del 20º anniversario di “The Miseducation of Lauryn Hill”.

Nel 2019 invece ritroviamo la cantante a Locorotondo in provincia di Bari, dove il 7 agosto si esibirà in un grande concerto in esclusiva per il Sud Italia.

Chi è Mahmood

Ad aprire il concerto di Miss Lauryn Hill sarà Mahmood, che con la ventata di originalità portata dalla sua musica ha saputo conquistare pubblico e critica, diventando uno degli artisti italiani più interessanti in Italia e all’estero.

Il vincitore della 69sima edizione di Sanremo infatti ha conquistato non solo gli ascoltatori d’Italia con “Soldi” (che gli è valso il doppio disco di platino), ma quelli di tutta Europa, classificandosi al secondo posto nell’Eurovision song contest.

Il Locus Festival di Locorotondo

Il festival musicale in provincia di Bari, giunto quest’anno alla sua quindicesima edizione, tra il 27 luglio e il 17 agosto propone una serie di appuntamenti da non perdere.

Il programma dei live del Locus prevede quattro straordinari eventi in prevendita con MS. LAURYN HILL e MAHMOOD, CALCUTTA aperto da GIORGIO POI e MARGHERITA VICARIO, ed ancora FRENCH KIWI JUICE con MECNA, FOUR TET e BEN UFO con DJ KHALAB.

Altri concerti saranno a ingresso libero in piazza: JOSÉ JAMES, COLIN STETSON, MAMMAL HANDS, LEE FIELDS & THE EXPRESSIONS, COLLE DER FOMENTO, con aperture di profilo come TONINASAPUTO, LA BATTERIA, P-FUNKING BAND & TUPPI.

A questi si aggiungono altrettanto prestigiosi eventi sulla vicina costa, vicino al Lido Lullabay, con dj di set di profilo internazionale quali CHANNEL ONE SOUND SYSTEM, CHILDREN OF ZEUS e CLAP!CLAP!, con un ulteriore grande evento a sorpresa il 17 agosto che sarà svelato a festival iniziato.

Non solo musica…

Il Locus 2019 non è solo grandi live e dj, ma anche incontri, proiezioni cinematografiche e una mostra d’arte, sempre nel centro storico di Locorotondo.

I Talk “Locus Focus”, curati dagli scrittori Nicola Gaeta e Vittorio Bongiorno, avranno ospiti come Roberto Pisoni e Guido Casale di Sky Arte, Fabrizio Versienti, Gianluigi Trevisi e coinvolgeranno gli stessi artisti che si esibiscono sul palco.

Ad ogni incontro sarà collegato un film della serie Locus Movies, proiettato di notte dopo i concerti nel suggestivo complesso di Sant’Anna di Renna.

Tre i film in programma: “Betty Davis – Miles, Jimi e il funk” (Sky Arte, regia di Philip Cox), “Ryuichi Sakamoto: CODA” (2017, regia di Stephen Schible) ed infine “Che fare quando il mondo è in fiamme?” (2018, regia di Roberto Minervini).

Infine, Forever Young è la mostra pensata e progettata per festeggiare i 15 anni di vita del Locus Festival, che pur essendo partito da una dimensione locale è diventato un punto di riferimento sulla scena musicale nazionale.

La mostra ne ripercorre i concerti più significativi con 15 tra gli illustratori più interessanti del panorama italiano rendono omaggio agli ospiti più significativi delle 15 edizioni del festival, nonché 15 ritratti-locandina in serigrafia che riportano alla mente anche le date dei concerti e i luoghi dove questi si sono svolti.

I lavori saranno in mostra presso Casa Locus, nel centro storico di Locorotondo.

Ulteriori informazioni

Tutto il calendario del Locus è disponibile sul sito web ufficiale www.locusfestival.it

Sharon Bordogni