Napoli: Oggi 26 ottobre presso l’atrio del teatro Diana viene presentato il libro di Ciro Borrelli Pensavo fosse un comico, invece era Troisi.

La Phoenix Publishing linea serie oro presenterà oggi il libro Pensavo fosse un comico invece, era Troisi. Oggi 26 ottobre 11.30 nell’atrio del teatro Diana. Il testo di Ciro Borrelli contiene l’introduzione della sorella Rosaria Troisi.

Lo scrittore è nato a Napoli nel 1973, laureato in Scienze storiche è autore di testi come i lupi e i pellicani o Totò con i quattro. Ha pubblicato anche poesie e romanzi thriller/noir o polizieschi/noir.

Il testo include le interviste dei personaggi con i quali lui è stato a contatto, si parlerà della sua vita, nonché carriera. Sono riportate dichiarazioni che lo riguardano e le sue riflessioni. È, appunto, presente un capitolo chiamato il Pensiero di Massimo. Non manca la parte più delicata, quella che tratta dello stato di salute all’interno del terzo capitolo.

Troisi resta ancora oggi personaggio da non dimenticare: intelligente, sensibile, non è mai stato semplicemente un comico. Dai personaggi che interpretava,infatti, emergevano spesso tratti malinconici. Nel celebre Il postino di Michael Radford si ha un grande esempio di queste sue peculiari sfumature. Le frasi memorabili delle sue gag continuano ad essere citate, ricordati che devi morire – mo mò segno nell’intramontabile Non ci resta che piangere è quella che forse viene più menzionata.

Dibatteranno su Pensavo fosse un comico, invece era Troisi, la sorella Rosaria, dalla professoressa di letteratura italiana alla Federico II Giuseppina Scognamiglio, gli attori Angelo Orlando e Gerardo Ferrara, conosciuto in quanto controfigura nell’ultimo film di Troisi. Alla lettura Adele Pandolfi, la Rita Giordano di un posto al sole. Il ruolo di moderatore spetterà al giornalista Giuseppe Giorgio.

Scomparso 41 anni Massimo Troisi lascia un vuoto incolmabile, indelebile nella storia del cinema e non solo, grazie al suo sguardo attento nei confronti di una società che scherniva con sottile e instancabile ironia. Il testo approfondisce alcuni aspetti che lo riguardano, consentendo al pubblico di apprezzare questo intramontabile artista.
H. Oana Lauretta