La storia straordinaria di come i Giochi paralimpici hanno cambiato il mondo: esce domani “Rising Phoenix: la storia delle Paralimpiadi”, il docufilm originale Netflix dedicato alle Paralimpiadi

C’è anche Bebe Vio tra i protagonisti di “Rising Phoenix: la storia delle Paralimpiadi“, il docufilm originale Netflix in uscita domani martedì 26 agosto sulla piattaforma streaming Netflix in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo. Attraverso le parole della campionessa di scherma paralimpica e quelle di altri atleti straordinari, “Rising Phoenix” narra di come i Giochi Paralimpici hanno cambiato lo sport e del nostro rapporto con la diversità.

Ecco il trailer rilasciato da Netflix:

Rising Phoenix” racconta la straordinaria storia dei Giochi Paralimpici: dalle macerie della seconda guerra mondiale al terzo evento sportivo più grande del pianeta, le Paralimpiadi hanno portato alla nascita di un vero e proprio movimento globale che continua a cambiare il modo in cui il mondo pensa alla disabilità, alla diversità e al potenziale umano.

Dai registi di “Alexander McQueen – Il Genio della Moda“, il docufilm Netflix vede come protagonisti alcuni degli atleti paralimpici più famosi al mondo, tra cui la schermitrice italiana oro paralimpico e campionessa del mondo Bebe Vio, all’anagrafe Beatrice Maria Vio, classe 1997, colpita sin da piccola da meningite ma modello di forza e positività.

I protagonisti di “Rising Phoenix”

Definita da Jovanotti la “ragazza magica“, Bebe è un’atleta diretta e fiera, che inizia la sua carriera all’età di 5 anni e dal 2011 vince tutti i più importanti tornei di scherma paralimpici, dai campionati nazionali, agli europei fino ai mondiali, conquistando ad oggi 51 medaglie d’oro e di 5 Coppe del Mondo.

Bebe ripercorre la sua storia in un racconto carico di emozioni, anche attraverso il periodo in cui si sarebbero dovuto svolgere le Paralimpiadi di Tokyo 2020, rinviate al 2021 a causa dell’emergenza Coronavirus.

Oltre a lei, sono protagonisti del docufilm altri straordinari atleti facenti parte del movimento paralimpico provenienti da tutto il mondo: la nuotatrice Ellie Cole (Australia), Jean-Baptiste Alaize (Francia), specializzato in salto in lungo e sprint, l’arciere Matt Stutzman (USA), il corridore Jonnie Peacock (UK), la sollevatrice di pesi Cui Zhe (Cina), il rugbysta Ryley Batt (Australia), il velocista Ntando Mahlangu (Sud Africa) e la fondista e biatleta Tatyana McFadden (US).

Ma non solo atleti: a testimonianza dell’incredibile storia dei Giochi Paralimpici, sono protagonisti di “Rising Phoenix” anche Sir Philip Craven, Presidente del Comitato Paralimpico Internazionale (2001-2019), Xavi Gonzalez, ex Amministratore Delegato del Comitato Paralimpico Internazionale (CPI) e Eva Loeffler, figlia del dottor Ludwig Guttmann, neurochirurgo e neurologo.

Guttmann ha fondato il più grande ospedale per lesioni spinali in Europa (Stoke Mandeville, Buckinghamshire, UK) e, nel 1948, i primi Giochi per disabili come metodo di riabilitazione che hanno rappresentato l’ispirazione per i primi Giochi Paralimpici ufficiali, che si svolsero a Roma nel 1960.

La regia del docufilm

Dietro la macchina da presa troviamo Ian Bonhôte, fondatore di Pulse Films (con Thomas Benski e Marisa Clifford), regista di videoclip e pubblicità, e Peter Ettedgui, entrambi registi del docufilm “Alexander McQueen – Il Genio della Moda” e del biopic di prossima uscita su Marianne Faithfull che vedrà protagonista Lucy Boynton.

Peter Ettedgui è stato anche sceneggiatore di “George Best: All by Himself“, documentario dedicato alla stella del calcio inglese, “Listen to Me Marlon“, sulla vita di Marlon Brando attraverso le strepitose registrazioni delle sue sedute di auto-ipnosi, e “Everything or Nothing: The Untold Story of 007“.

Rising Phoenix” è prodotto da Greg Nugent, John Battsek e Tatyana McFadden. Gli Executive Producer sono Richard Curtis (tra i creatori di Mr. Bean e autore di “Notting Hill“, “Il Diario di Bridget Jones” e “Quattro matrimoni e un funerale“), Barbara Broccoli (produttrice della saga di James Bond), Barnaby Spurrier, Godric Smith, Dee Ryder, Xavi Gonzalez e Andrew Ruhemann.

Rising Phoenix: la storia delle Paralimpiadi è disponibile in streaming solo su Netflix da domani martedì 26 agosto.

Social Media

Instagram @netflixit

Facebook @netflixitalia