Grazie alla Fashion Curator Veronica Sheynina, il formato vincente di “Something À La Mode” trunk show torna alla Milano Fashion Week con due stilisti emergenti.

Dopo il successo della prima edizione, stavolta in Italia sfila Voltry, brand Made in Russia, con una collezione eco-sostenibile realizzata completamente in lino.

Per la stilista italiana Sofia Alemani “Something À La Mode” sarà il palcoscenico ideale per presentare la sue nuove eclettiche creazioni, dopo il successo delle Fashion Week di Montecarlo e ad Alta Roma.

Voltry è un brand che ha fatto dell’ ecosostenibilità la sua filosofia. Mai prima d’ora l’eco-friendly è stato così trendy. Sono le meravigliose trasformazioni in lino, incarnazione elegante delle idee eco-chic, a rendere unici i capi realizzati sotto il marchio Voltry.

Il brand russo Voltry con una delle sue ultime creazioni

Voltry è un brand russo di abbigliamento in lino con quasi 50 anni di storia, che vede il suo epicentro nella città di Vologda, vicino a Mosca.

L’azienda è stata la prima in Russia a utilizzare il filato di lino ecologico per la produzione di maglieria ed è diventata il leader assoluto del settore russo. Il tessuto di lino lavorato attraverso svariate tecniche a mano è ciò che rende ogni capo Voltry unico ed esclusivo.

Attualmente il brand produce sei collezioni moda all’anno, senza contare accessori, calzature, biancheria da letto e da tavola.

Voltry ha fatto il primo passo verso l’Italia alcuni anni fa, collaborando con la designer Luisa Marinucci e producendo insieme a lei diverse collezioni.

Nell’ultima Milano Fashion Week, Voltry ha presentato una collezione Primavera – Estate 2020 interamente ispirata ai viaggi.

I motivi romantici del pizzo tradizionale di Vologda stampato sul tessuto sono senza dubbio la carta vincente di questa collezione. Non sono mancati i capi casual dello stile à la Russe, così come la leggerissima maglieria dagli ornamenti traforati e motivi orientali, ma anche la bigiotteria e le calzature realizzate in lino.

Sofia Alemani fonda il suo brand “Sofia Alemanni Fashion Creative” nel 2009 dopo una carriera caratterizzata da numerose esperienze professionali che hanno spaziato dall’arte al design d’interni, dalla scenografia alla pittura sino alla scultura.

Il suo approccio spontaneo e curioso al tessuto ne determina inusuali interpretazioni, dove nulla è scontato. Così il diritto lascia il posto al rovescio, creando inedite percezioni e suggestioni tattili inesplorate.

Le forme sovvertono completamente l’idea del classico cartamodello perché Sofia Alemani, da perfetta autodidatta, non segue le regole consolidate, ma traccia vie diverse per raggiungere il medesimo obiettivo.

La provocatoria e provocante “XXL vs XXS Capsule”, dove il concetto curvy esplode finalmente nella gioia dei colori e delle paillettes.

“Con questa speciale capsule di capi prêt a couture ad ispirazione sport chic – spiega Sofia Alemani – desidero ringraziare le mie clienti che sono tutte donne vere e di tante età e taglie diverse. Le ringrazio perché credono ancora nella qualità e nella creatività dei capi sartoriali, fatti su misura e immaginati per valorizzare al massimo la bellezza di ciascuna”.

Alessandra Zevola, Ida Papandrea